A, B, C: cos’è il tonico, a cosa serve e uso quotidiano

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Tutte noi per la nostra skin care giornaliera usiamo svariati prodotti, creme, maschere, oli e scrub, e tra questi anche il tonico viso. Ma cos’è questo prodotto che molte di noi invece conoscono poco?

Partiamo con il dire che prima di iniziare la nostra routine di trattamenti, la cosa fondamentale è la detersione del nostro viso, la pulizia e la rimozione di tutte le impurità. Ed è proprio lì che entra in gioco questo prodotto! Solitamente va usato subito dopo il latte detergente, e completa il suo lavoro rimuovendo tutti gli ultimi residui di impurità, di make up e sebo. Il tonico solitamente ha una base acquosa. Ha una funzione astringente ovvero, purifica l’epidermide chiudendo tutti i pori dilatati del nostro viso. Inoltre è un toccasana rinfrescante per le pelli sensibili e arrossate, mantenendole sempre idratate. Funziona da “attivatore” preparando e rendendo la pelle più ricettiva per i trattamenti di beauty routine successivi.

Il tonico, nella maggior parte delle volte è a base non alcolica, ed è solitamente preparato con soluzioni di estratti vegetali, e nelle soluzioni bifasiche da una parte molto oleosa che rimuove alla perfezione tutti i residui di make-up.

La sua applicazione è molto semplice, dopo l’uso del latte detergente, basta bagnare il dischetto di prodotto e massaggiare tutto il viso delicatamente (in modo da evitare rossori eventuali), evitando il contorno occhi, assicurandosi di aver pulito bene tutte le aree interessate. Successivamente risciacquare il viso con acqua fresca o tiepida e applicare una crema idratante.

Ci sono diverse tipologie di tonici per ciascun tipo di pelle;

  • Tonici per pelle secca : aiutano a mantenere la pelle sempre idratata ed agevolare il processo di idratazione, ripristinare il PH della pelle e rivitalizzarla. Da provare è il “Biotherm Biosource Lotion Adoucissante”, apposito per pelli secche.
  • Tonici per pelle grassa : quest’ultimi vanno scelti con molta cura, perché dei prodotti troppo aggressivi andrebbero ad aggravare il problema di quelle pelli che producono maggior quantità di sebo, specialmente nella zona T (la zona tra il naso, mento e fronte). L’ideale è un tonico che sia anti batterico, in grado di prevenire le imperfezioni, insieme ad un azione mattificante per evitare l’effetto “lucido”. Ottimi sono i tonici della Clinique “ Clarifying Lotion 4 per pelli molto oleose. tonico viso come si usa
  • Tonici per pelli sensibili : per questa tipologia di pelle è preferibile scegliere un prodotto senza alcol, che a sua volta abbia una formulazione “leggera”, in quanto questo tipo di pelle risente più di tutti i fattori ambientali e i vari prodotti con cui viene trattata. Ottimo VICHY mineral 89, senza siliconi, alcol, parabeni e profumi.

 

 

 

Share.

About Author

Roberta Ricucci

Nate e cresciuta in Puglia, laureata in moda e costume, da sempre è appassionata di fashion, lifestyle, benessere e make-up. Le piace conciliare queste sue passioni alla scrittura ed è sempre alla ricerca degli ultimi trend!

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.