Nel 1200 a Firenze nasce la profumeria artistica

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

La patria del profumo è Firenze, storica città d’arte dove sin dal 1200 si pratica questa arte dando vita a molte fragranze di nicchia e progetti su misura di ricercata profumeria artistica. I primi fautori di questo processo sono stati infatti i frati che radunandosi presso i conventi usavano provare essenze pregiate e unire le note olfattive di fiori coltivati nelle abbazie. La rosa centifolia, lamaggiorana, l’angelica radice o l’assenzio romano erano materie prime adatte per gli aromi dei salotti elitari presse le corti medicee.

Proprio a Firenze è nato uno spazio dedicato alla profumeria artistica: Avery Perfume Gallery è un luogo dove scoprire il mondo antico di questa arte raffinata. Jus ricercati e non alla portata di tutti, sono i protagonisti di questo luogo magico che estende il concetto del semplice negozio ma si concentra sull’esperienza olfattiva ed emotiva.

In Borgo Albizi a Firenze, il concept store è pensato per coloro che amano la profumeria di nicchia e pregiata il negozio è arredato con scaffali di legno e ampolle di cristallo racchiudono fragranze antiche come se si fosse tornati all’atmosfera tipica di inizio secolo.

Alcune label offerte da Avery Fine Perfumery di Firenze sono Acqua di Stresa, azienda veneta che elabora le essenze più rare e prestigiose del giardino del Castello di Ripa, dimora ottocentesca sulla felice riva di lago che fronteggia le splendide Isole Borromee.

Agonist, il brand olandese dal taglio moderno e raffinato, Andrea Maack il designer che unisce arte e bellezza, Annemarie Borlind, la maison specializzata in prodotti biologici e sostenibili e Azagury brand che racchiude i canoni britannici in modo sofisticato ed elegante.

Share.

About Author

Beautynette

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.